Nessuno è come te

domingo, 30 de octubre de 2011

Brasile: L'ordine di sgomberare i manifestanti contro la costruzione della diga di Belo Monte


30 OTT 2011

Brasile: L'ordine di sgomberare i manifestanti contro la costruzione della diga di Belo Monte

Giustizia brasiliano ha stabilito che il gruppo di indios e contadini che occupa il sito delle opere del controverso idroelettrica di Belo Monte, un gigantesco progetto promosso dal Governo nella giungla amazzonica, si deve lasciare.

Il giudice Cristina Collyer Damasio, il Tribunale Civile di Quarto Altamira in Amazzonia del nord dello stato di Para e ha deciso a favore del Nord Energy Consortium (Nesa), in modo che agisce manifestanti proibito 'di interruzione "e impostare una multa giornaliera di 500 reais (292,5 dollari) per chi viola la sentenza.

La richiesta principale dei manifestanti è che il governo ha inviato rappresentanti di negoziare "la fine del lavoro" di Belo Monte.

Il consorzio riunisce le aziende pubbliche e private competenti per l'attuazione del progetto ha dichiarato che è "aperta al dialogo" con le comunità della regione e ha ribadito che il governo ambientale istituto Ibama e le altre autorità approva il progetto.

Opposizione e accuse

Secondo il Consiglio Indigenista Missionario (Cimi), un'organizzazione legata alla chiesa cattolica, l'occupazione ha mobilitato 600 persone da 21 indiani etnici, i pescatori e gli abitanti delle sponde del fiume Xingu, affluente del Rio delle Amazzoni, dove si alza il diga.

I manifestanti hanno detto di aver tagliato la strada BR-230, conosciuto come il Trans, nel comune di Altamira (Pará), e si accamparono nel sito dei lavori, con una pretesa di rimanere "in modo permanente", la dichiarazione di Cimi stampa.

Belo Monte è stato avviato lo scorso marzo a Altamira, ad un costo di 10.600 milioni di dollari e, secondo il progetto, inonderà 516 chilometri di foresta e di spostare 50.000 abitanti.

Terzo più grande del mondo

L'impianto sarà il terzo più grande al mondo, dietro le Tre Gole (Cina) e Itaipu (Brasile e Paraguay), con una potenza massima di 11.233 megawatt.

Giustizia brasiliano ha aperto dodici cause contro il progetto e una corte federale di ieri sospesa una seconda volta, un processo che esamina se il governo adeguatamente consultato prima gli indiani per effettuare la costruzione.

L'opera è soggetta a un processo in Commissione Inter-Americana sui Diritti Umani (CIDH) della OEA, che ha provocato l'immediata sospensione dei danni irreparabili nella regione amazzonica.

Il governo ha rifiutato di inviare un rappresentante per l'udienza Mercoledì la Commissione, in cui le ONG e movimenti indigeni in Brasile ha denunciato la violazione dei diritti umani da parte Rousseff gabinetto, accusandola di mantenere un "atteggiamento vergognoso" contro loro.

http://www.otromundoesposible.net/noticias/brasil-orden-para-desalojar-a-los-manifestantes-contra-las-obras-de-la-presa-de-belo-monte

miércoles, 12 de octubre de 2011

Stai andando fratello - albero ?




Stai andando fratello - albero ?

Stai andando, ma non perché sei morendo di vecchi, si sta andando, perché molti uomini che non hanno il colore della nostra pelle, gli occhi non sono come i nostri, non avete il cuore, come Noah o Taita Taita Gerardo, si ha e fanno a pezzi il tuo popolo, la sua nazione a sacrificare e fare pezzi. Cassetti mi sento bene gli uomini occidentali e molti dei nostri fratelli che hanno perso le abitudini del popolo e la nazione sono nati, e gridò: oggi come ieri ho Raoni insieme ai nostri fratelli, che viveva nella sua ombra, che è acqua alimentati a salvare sempre per periodi di siccità e che ci hai dato a poco a poco, avere quella Loches seminare o piselli, o di grano o di patate o patate dolci. Se ti ricordi la tua forza quando sulla mia strada sotto la tua ombra ho messo a riposo e cura di me durante la mia infanzia, la mia giovinezza e rispettato voi come un fratello maggiore che erano tutti rune e apus una volta erano un popolo che perirono sotto il manto della, Huiracocha misti falso che calcarono le nostre terre. Che andava in giro dicendo che sono stati fermati, vivevano in l'orso dagli occhiali, il tapiro di montagna, galletto delle rocce. Come non ricordare quando l'orsetto mi guardò con occhi teneri e dei suoi grugniti dicendo che era strano, ma una volta sapevo che rimasto tranquillo e le facce mi ha fatto vedere che era anche un fratello in grandi spazi aperti. Come non vedere i colori del gallo della roccia al suono del becco che ci fanno dire che l'acqua è fresca, deliziosa brezza che le braccia si muovono i sentimenti di tutte le rune e di tutte le antis.



Diciamo che è per portare più sviluppo per i nostri popoli. Se si parla molto di sviluppo, ma capire che lo sviluppo significa uccidere con i quali abbiamo sempre vissuto, con gli alberi, piccoli fratelli, come l'orso dagli occhiali, il tapiro, o il gallo della roccia, o Pachamama, acqua che è il nostro cibo e le nostre vite, ma la Tata albero non sempre cura e hanno sempre rispettato e non abbiamo mai cercato di fargli del male e attendere che con la sua bontà verso di noi qualcosa del suo essere da utilizzare e cucinare i loro rami di mangiare insieme con lui.
Si parla di sviluppo, ma viviamo peggio di prima o diversa rispetto a prima, perché non prima di morire di fame, né abbiamo bisogno di prendere l'acqua, ora non abbiamo e che sono contaminati con sterili dire che la mia porta sviluppo molto, ma abbiamo visto solo ferita alla nostra Pachamama, piangendo nel suo grembo e noi eravamo affamati. Striscia di noi di nostra madre e di portarci in luoghi dove le nostre ossa il torrente freddo, dove c'è Pachamama, altrimenti lei è piena di pietre e sabbia che non dà nulla da mangiare per più di innaffiato con il nostro sudore e lacrime . Noi in queste rune llactas in cui viviamo non sappiamo come essi disprezzano il colore della nostra pelle e gli abiti che indossiamo. Proprio come il Cayapa, combattuto per anni contro le compagnie del legname nel Coipa distruggere le foreste e solitario Tabaconas Namballe e siamo stati messi dietro le sbarre per noi da imparare, chiamata a rispettare l'uomo bianco e il progresso che ci ha portato, poi è venuto a Coca capannone nostri molti uomini bianchi, uno per seguirlo non masticare la foglia sacra e altri a fare la madre di corruzione. E lì ti ricordi che dopo la pulizia dei fossati e corsi d'acqua per evitare il collasso nella stagione delle piogge, abbiamo iniziato a masticare insieme ai nostri fratelli di alberi di coca per servirci freschezza di respiro per il resto della giornata.



Oggi vengo, non come un uomo con il potere, perché non ho, io vengo umilmente a chiedere non ci uccidono noi, viviamo, non vogliamo lo sviluppo, continuiamo a vivere i nostri fratelli che ci circondano, con i fiori quotidiano odore la sua fragranza, vogliamo continuare ad ascoltare il suono degli uccelli negli alberi, i nostri fratelli maggiori, che seguiamo nella nostra terra di continuare ad accompagnare la nostra madre ci dà la vita. Non vuoi che il tuo globalizzazione, e le loro usanze. Che siamo felici in cui si desidera di calpestare la nostra casa. Non vogliamo che l'inganno di laureati, dicono, per le banche a portarci il progresso, che è falso, perché dobbiamo dare o cercare di ricevere, senza dire che abbiamo pagato e ancor più con gli interessi. Vogliono vivere senza uccidere e brutalizzare sviluppare l'anima delle rune, che le nostre donne diventano avidi e falsi ed i nostri bambini e giovani li mostri venire a distruggere la nostra felicità. Non fare maggiori progressi uccidendo il pianeta. Vogliamo continuare a vivere, perché non abbiamo dove andare, siamo nati qui, qui nato e vissuto qui i nostri anziani e vogliamo vivere, ma una buona vita si riassume in una Sumaq Kausay.



Juan Esteban Yupanqui Villalobos
Túpac Isaac II
http://juanestebanyupanqui.blogspot.com

Ruta de Sabiduria... Gesù Era lì